lunedì 20 novembre 2017

Segnalazione: TUTTA LA LUCE CHE ABBIAMO di Judith Sparkle

 
Titolo: TUTTA LA LUCE CHE ABBIAMO
Autrice: JUDITH SPARKLE
Genere: ROMANTIC/SUSPANCE
Data di uscita: 20 NOVEMBRE
Pagine: 300 circa
 
 
 
La ventiduenne Rachel Anderson ha una vita difficile: orfana di padre, anziché essere al college come le sue coetanee più fortunate, deve lavorare alla tavola calda del paese per aiutare in casa.
Adam Sutter invece è baciato dalla fortuna. E’ un ragazzo attraente e abituato al successo tra i suoi coetanei: è il figlio del temuto giudice Sutter, un’autorità a Secrets, e frequenta l’ultimo anno della Duke. Anche Adam – come il padre – detta legge in città. 
Ma ciò che gli altri non sanno è che lui odia l’università e suo padre che gli ha sempre pianificato la vita fin nei minimi dettagli.
Una notte Adam salva Rachel da un'aggressione: entrambi restano loro malgrado coinvolti nelle indagini della polizia su un crimine efferato e le loro vite s’intrecciano in modo irreversibile. Per difendere la ragazza dalle ingiuste accuse che le vengono mosse, Adam decide di prendersi delle colpe non sue, anche a costo di sfidare il potente genitore. Anche a costo d'innamorarsi di lei.
Ma non immagina che scegliere di amare Rachel significhi rischiare la prigione e rivelare il torbido passato della propria famiglia.
Proprio quando la situazione precipita e i due giovani corrono il pericolo di trovarsi invischiati in un intrigo ben più grande, il loro amore può diventare la chiave per riportare la luce in un passato di colpe rimaste impunite, d’inganni celati, di ombre che oscurano le loro vite come il lato buio della luna.
 
 
Ci siamo già innamorati tra le pagine di un romanzo firmato Judith Sparkle, e ora siamo pronti a tuffarci in questa sua nuova splendida avventura...
In bocca al lupo all'autrice...
 
 
 
 

venerdì 17 novembre 2017

Segnalazione: SOLO NOI NELL'UNIVERSO di Elle Eloise

 
Eccoci nuovamente mie carissimi lettori a segnalarvi la pubblicazione di un romanzo che fa parte di una serie... stiamo parlando proprio della Casa Editrice Delrai Edizioni, e della mitica penna di Elle Eloise.... questo è il quarto capitolo di una serie sconvolgente ed emozionante... ecco i dettagli
 
Titolo: SOLO NOI NELL'UNIVERSO
Serie: HOW TO DISAPPEAR COMPLETELY SERIES
Autrice: ELLE ELOISE
Editore: DELRAI EDIZIONI
Formato digitale: 2,99€
 
 
Guardare la vita con l’occhio della cinepresa è come trasformare la realtà in una favola. È questa l’intenzione di Samuel quando al corso di Laboratorio di Regia viene assegnato un cortometraggio. Ciò che non si aspetta di trovare è un gruppo affiatato di amici che lo capiscono e condividono con lui la stessa passione per il cinema. Ma è l’amore a sorprenderlo e a trasformarsi in un incredibile imprevisto. Mia è una ragazza timida, chiusa in se stessa, e con una cotta stratosferica per lui. Lei che lo aveva già notato, che vive per il cinema e che soffre di balbuzie. Samuel invece non nota subito la ragazza che gli ha raccolto la penna, ma ne rimane affascinato a poco a poco, perché lei nasconde un universo pieno di stelle tutto da esplorare e riesce a far diventare ogni istante un piccolo momento di perfezione.

L’ultimo romanzo della serie How To Disappear Completely dalla penna intensa di Elle Eloise. L’universo è infinito e impossibile da racchiudere tutto, ma grazie all’amore ci sembra di poterlo vivere appieno dentro di noi in questo viaggio pieno di difficoltà chiamato vita.
 
 
«Ieri sera ero troppo sconvolto per farlo, ma ora non riesco a fermarmi. Ti prego, dimmi che posso continuare.»
«C-cosa ti è successo ieri?»
«Non voglio parlarne adesso… non voglio parlarne mai. Voglio far l’amore con te. Dimmi di sì, Mia.»
Mi guarda come se avessi la risposta a tutte le domande dell’universo, ma io ne ho solo una. «Sì.»
Afferra insieme gli elastici dei miei slip e della mia tuta e li fa scivolare entrambi sulle gambe, dove lascia dei baci leggeri che alterna a lievi tocchi con la lingua. Appena divarica le mie ginocchia per affondare la bocca in mezzo alle mie cosce, getto la testa all’indietro trattenendo un urlo di sorpresa
.
 
 
 

Cover Reveal HO SCOPERTO L'AMORE di Margaret Mikki

 
Buon giorno lettori,
Iniziamo questo venerdì 17 sfidando le nostre superstizioni con tantissimi romanzi in uscita, prima di ogni cosa, vogliamo presentarvi il COVER REVEAL del nuovo romanzo di Margaret Mikki.... ecco per voi Cover, Trama e dettagli del romanzo
 
 
Titolo: Ho scoperto l'amore
Autore: Margaret Mikki
Data di uscita:17 NOVEMBRE 2017
Pagine: 218
Copertina: morbida
Editore: Lettere Animate Editore
Prezzo ebook: 2,99€
 
 
A ventuno anni non si può non innamorarsi. Ma Rama Hover crede a ciò che le viene detto, che nessuno può amarla. Per colpa del suo passato turbolento, Rama si costruisce una corazza, finché non riesce a fuggire dalla prigione che chiama casa. Con le sue sole forze riesce a cambiare ed avere una nuova vita. Fin quando il destino non vuole che incontri Ian, dal carattere scherzoso e allo stesso tempo molto duro. Riuscirà Ian a buttare giù il muro che Rama ha costruito tra sé e il mondo?
 
 
 Non ci resta che augurare in bocca al lupo all'autrice per questa nuova fantastica avventura che sicuramente conquisterà i cuori di molti lettori....
Buona lettura
 
 
 
 
 
 
 

martedì 14 novembre 2017

Segnalazione: MENTE NELLA MENTE di Nicole De Luca

 
Buon giorno lettori, oggi vi presentiamo un nuovo romanzo edito Lettere Animate e nato dalla penna di Nicole De Luca... andiamo a scoprire meglio tutti i particolari...
 
 
TITOLO:  Mente nella Mente vol.1
Il seguito di Mi appartieni
AUTORE: Nicole De Luca
DATA DI USCITA: 16 NOVEMBRE 2017
GENERE: Erotico
CASA EDITRICE: Lettere Animate
FORMATO: ebook e cartaceo
PREZZI: € 2,99 ebook € 16,90 cartaceo
 
Messo da parte l’orgoglio e le ferite, Anita torna a cercare Luca ed è disposta a giocare tutte le carte a disposizione pur di riaverlo. Purtroppo però, l’uomo che le aveva cambiato la vita e diceva di amarla, sembra non voler tornare sui suoi passi. Luca ha messo da parte quello che aveva dentro di sé ed è intenzionato a procedere per la sua strada ma Anita non cederà, risvegliando un ardente fuoco tenuto a bada per troppo tempo. Intriganti episodi arricchiranno il loro riavvicinamento, fin quando l'amore sarà talmente intenso da non permettere un altro distacco. La sensualità di Luca e i suoi peccaminosi espedienti scuoteranno nuovamente la dolce Anita che non saprà più liberarsi dalle spire della lussuria nelle quali questo spregiudicato uomo l'avvolgerà. Perché Luca non è più quello di una volta. È diventato doppiamente provocante, sexy, esigente, bastardo, sadico, impietoso, e Anita dovrà vedersela con questo cambiamento accettandone le conseguenze. Insieme affronteranno nuovi ostacoli e condivideranno infuocate vicende, riscoprendosi più uniti e forti di prima, finché qualcuno attraverserà il loro cammino mettendo in dubbio il loro amore. Anche in questo nuovo capitolo, lo stile crudo ed esplicito è il punto di forza che lo contraddistingue da altri romanzi del genere e riuscirà a sconvolgervi ed eccitarvi oltre ogni limite. Il BDSM sarà ancora la componente predominante di questo rapporto indissolubile.
 
 
 
Il fruscio delle onde del mare si mescola ai nostri lamenti di piacere. Mentre entro ed esco da lei, ho come l’impressione di conoscere la sua carne, il suo modo di ansimare, la sua fame. Probabilmente è tutto scaturito dalla tremenda sbornia che offusca i miei neuroni. Le strapperei la maschera dalla faccia e farei altrettanto con la mia, per ficcarle la lingua in bocca e deliziarmi del gusto della sua saliva. L’ondeggiare della sua testa mi fa capire quanto sia ubriaca. La ragazza deve aver abusato dell’alcool quanto me, se non di più. Non sto approfittando della situazione perché anche io sono provato e non riesco a ragionare come vorrei. Vengo trasportato dai suoi gemiti e catapultato in un mondo diverso, dove non indosso questo ridicolo costume ma, come una specie di Casanova, mi mischio tra nobiltà e borghesia, aggirandomi tra corti e salotti, fino ad arrivare alle stanze più segrete delle sue voglie per fotterla come il suo corpo affamato chiede. Non ci guardiamo nemmeno: l’unico intento è quello di far esplodere i nostri piaceri. Stringo forte la carne soda dei suoi glutei e mi perdo nel profumo antico delle sue vesti e in quello vizioso delle sue carni. Gli abbondanti umori colano sulla durezza della mia erezione e ne agevolano i movimenti, che prepotenti spingono il mio bacino ad addentrarsi instancabili dentro di lei. La foschia nella mia testa aumenta col passare del tempo che in contrapposizione sembra essersi fermato all’atto della penetrazione. Aprendo gli occhi vedo la spiaggia vacillare, così come il mare con le sue onde che vanno avanti e indietro e poi si muovono vorticose orizzontalmente creando ancora più scompiglio a queste sensazioni che s’impossessano della mia materia cerebrale compromessa dal Mojito. Continuo a muovermi dentro di lei che ansima senza trattenersi, facendo uscire un suono ovattato dalla bellissima maschera che indossa. Le labbra rosse, disegnate su di essa, mi fanno impazzire. E guardando gli occhi socchiusi presi dal godimento capisco che non devo smettere. Proseguo facendola saltare sul mio cazzo. Nella penombra donataci dalla luna, entrambi presi dalla magia del momento e troppo sbronzi per interrompere ciò che sta accadendo, assaporiamo l’uno la voglia dell’altro. La sento gemere più del dovuto e delle contrazioni m’intrappolano il cazzo facendomi capire l’arrivo del suo orgasmo che esplode poco prima del mio. Insisto affondandomi in lei e sento il mio piacere giungere a compimento riempiendo il preservativo. Godere dentro una sconosciuta non era esattamente il mio programma per la serata ma è successo e ora non posso certo cancellare tutto.
 
Non ci resta altro da fare che aggiungerlo alle nostre letture.... pronti con gli e-reader carichi?
 

domenica 12 novembre 2017

Recensione: NON BASTA DIRMI TI AMO di Daniela Volonté

 
Buona domenica splendidi lettori. Eccomi qui a scrivere per voi una recensione che mi ha lasciato un po' scossa, forse per l'intensità delle emozioni che non mi aspettavo di trovare in questo romanzo. Ma come sempre parlo troppo, vi lascio alla mia opinione.... sperando che vi possa incuriosire...
 
 
Questa è la storia di Beatrice e Callan. Lei italianissima e innamoratissima dell'uomo che tra poco coronerà il suo sogno portandola all'altare. Lui un uomo londinese che porta nell'anima e sul corpo delle ferite difficili da rimarginare. Superstite dopo un attentato dove hanno perso la vita i suoi compagni, si barcamena in un'esistenza che non gli appartiene, vivendo giorno dopo giorno senza riuscire a vivere sul serio.
Due vite destinate a non incrociarsi mai, ma il destino ha in serbo per loro una nuova possibilità.
Un episodio nell'aereoporto di New York li porterà entrambi in un weekend in Toscana. Sarà proprio in quel weekend che lui capirà di come Beatrice lo fa stare bene con i suoi occhi limpidi e il suo sorriso splendente
 
"Beatrice... Ora capisco perché Dante ha chiamato così la donna che lo ha accompagnato a visitare il Paradiso. Forse anche la sua Beatrice aveva lo stesso colore negli occhi"
 
Beatrice, invece, nonostante l'attrazione che la porta sempre più vicina a Callan, è indaffarata con i preparativi del matrimonio e sfrutta il weekend in Toscana come un momento di relax pre-matrimoniale, per staccare momentaneamente dallo stress che il matrimonio si porta dietro. Proprio durante questo weekend che scopre il tradimento da parte di colui che doveva portarla all'altare. Il suo mondo crolla, le sue difese anche, così si ritrova ad accettare l'invito a Londra da parte del bel tenebroso Callan.
Le cose tra i due si mettono bene, davvero bene. Ma come tutte le cose belle, anche questo periodo di spensieratezza e felicità tra i due è destinato a finire.
Riusciranno a superare i demoni del passato e le difficoltà? O la distanza, le convenzioni sociali e le paure divideranno per sempre Beatrice e Callan?
Non si può sbagliare quando si segue il proprio cuore, ed è questo l'insegnamento che Beatrice vuole trasmetterci.
Sembrava un romanzo di nessun peso emozionale, a vedere la cover, un altra fantastica storia d'amore da aggiungere a quelle già lette e fini a sé stesse. Daniela Volonté è riuscita a stupirmi non solo per l'intensità delle emozioni che ha messo in questo romanzo, e che si vedono sin dal primo capitolo. Emozioni che, grazie al suo stile cristallino riesce a trasmettere ai lettori trasportandoli direttamente nel mondo di Callan e Beatrice.
Le cicatrici di lui sono ben visibili agli occhi, quelli di lei invece si nascondono in fondo al cuore, due anime che portano il peso degli sbagli altrui, ma che insieme riescono a trovare il loro angolo di paradiso.
 
 
Avevo deciso di dare al romanzo il massimo dei voti, senza però aggiungere la candidatura a miglior lettura dell'anno, quando la standing ovation arriva proprio sul finale.
Non vi svelerò nulla, perché le emozioni che i due protagonisti trasmettono bisogna viverli pagina dopo pagina. La storia di Beatrice e Callan è destinata a farsi ricordare. L'autrice ha creato due personaggi veri, con sentimenti autentici e con una storia d'amore tra le più belle mai lette. Location da sogno, disseminate tra la natura favolosa di Volterra, laghi incantevoli di Rivate e una Londra sempre viva e verdeggiante.
L'autrice non solo ci fa conoscere paesaggi incantevoli, ma ci lascia un grosso insegnamento attraverso le parole e i gesti dei suoi protagonisti. Non basta dire ti amo, se non è la voce del Cuore a pronunciare quelle parole.
E sarà proprio l'amore a curare le ferite.
 
Cinque farfalle più la candidatura a miglior romanzo letto nel 2017
 
 
Alla prossima lettura
 
 
 


sabato 11 novembre 2017

BLOGTOUR Il destino a portata di app *Intervista all'autrice: ELEONORA MANDESE*

 
Buon giorno lettori, ieri per problemi tecnici legati al mal tempo non sono riuscita a pubblicare la tappa del BLOGTOUR dedicato all'ultimo romanzo di ELEONORA MANDESE in pubblicazione domani... Io come tappa ho scelto di intervistare l'autrice, così ecco che cosa ne è uscito fuori, lasciate però che prima vi presenti il romanzo in questione. Non si inizia mai senza l'ospite d'onore.
 

 
Data di uscita: 12/11/2017
E-book: € —
Pagine: 340
Editore: Self – Publishing
Genere: Chick – lit
 
 
Jessica Bonomi è una studentessa fuorisede a Milano, divide un appartamento con la sua bisbetica coinquilina Rebecca e studia Scienze della Comunicazione dove è fuoricorso da circa sei anni.
Ossessionata dallo shopping compulsivo e costantemente alla ricerca di soldi che non ha, studia ogni giorno un metodo nuovo per contrarre debiti e allontanare il più possibile l’idea del futuro.
Ad un passo dalla laurea non supera il suo ultimo esame e, piuttosto che ammettere di essere un fallimento, progetta di architettare una falsa festa di laurea mentre prova a cercare lavoro.
Dopo migliaia di curriculum inviati a vuoto e nessun tipo di riscontro, un uomo con dei buffi mocassini color noce si accorge di lei e le lascia il suo biglietto da visita.
Adriano Quercetti è il fondatore di Foodster, un’applicazione che promette di partire dallo schermo per far ritornare la gente alla vita reale.
Jessica per lui non è soltanto una novità, ma qualcosa di diverso, pronto a scontrarsi con i fantasmi del passato riaccendendo qualcosa che pensava di aver definitivamente perso…
Cosa potrebbe succedere se ambizioni e sentimenti si mescolano, minacciando di cambiare ciò in cui si è sempre creduto?


 
1)     Come è nata la tua passione per la scrittura?
Eleonora: Dalla lettura del mio primo libro! Da piccola divoravo romanzi rosa, amavo soprattutto la letteratura inglese e sono cresciuta in compagnia della Austen e delle sorelle Bronte. Poi un giorno mi sono detta: e se ci provassi anch’io a scrivere qualcosa?
 
2)     Parlaci di Jessica e Adriano, protagonisti del tuo ultimo romanzo in uscita tra qualche giorno, come è nata la loro storia?
E: La loro storia è nata da uno sfizio, quello di provare a scrivere qualcosa di diverso. Avevo in testa un personaggio opposto al solito gnocco, una figura dolce, estremamente nerd, ma affascinante proprio per questo suo essere diverso. Jessica invece è una forza della natura, penso sia il personaggio migliore che abbia mai descritto. Ossessionata dallo shopping, ironica, insicura e a tratti infantile, pensa di essere un fallimento. Adriano la aiuterà a tirar fuori la parte migliore di se stessa.
 
3)     Ti ispiri a qualcuno di reale per descrivere i tuoi personaggi?
E: Sì e mi piace molto! In particolare, mi sono ispirata a Sheldon Cooper per il personaggio di Michael e a Robert Pattinson per quello di Adriano Quercetti. Jessica la immagino come Chiara Ferragni, con qualche chiletto in più.
 
4)     Cosa differenzia Jessica dalle altre protagoniste dei tuoi romanzi?
E: Le altre protagoniste dei miei romanzi partivano sempre con una marcia in più. Laura Sciorti di In fuorigioco per te era intelligente e determinata, Elizabeth Baker aveva l’abilità di intimidire chiunque con il suo modo di fare. Jessica invece parte con una marcia in meno. È insicura, ossessionata dall’opinione della gente e convinta di essere incapace di concretizzare qualcosa di positivo in vita sua. 
5)     Quanto di Eleonora c’è in Jessica? O quanto di Jessica in Eleonora?
E: Jessica odia studiare, preferisce fare shopping e si distrae molto facilmente. È fuoricorso e non ha problemi a mentire ai suoi genitori. Io, invece, sono una vera e propria secchiona! Quindi direi che, per alcuni tratti, siamo diverse. Però, per altri tratti, siamo praticamente uguali. Anche io per un lungo periodo mi sono sentita insicura, soprattutto durante la pubblicazione del mio primo libro. Una persona speciale mi ha aiutata a non demordere e continuare a seguire i miei sogni. Come Jessica ho avuto bisogno di una spinta per imparare a credere in me stessa.
 
6)     Le tue storie hanno sempre un tocco di ironia che rendono il romanzo divertente, con uno stile che potrebbe assomigliare alla Kinsella, chi però legge con attenzione può ritrovare degli insegnamenti tra le righe, il tutto avviene in modo casuale o per ogni romanzo c’è un messaggio ben preciso che vuoi trasmettere ai lettori?
E: La Kinsella è sempre stata il mio modello di ispirazione. Cerco di rendere le mie storie ironiche perché detesto i libri pesanti e mi piace ridere e sentirmi in compagnia di una buona amica mentre leggo un libro, per questo scrivo esattamente ciò che mi piacerebbe leggere. Però, hai assolutamente ragione, cerco di inserire volontariamente dei passaggi più profondi. Il Chick lit è un genere leggero ma non è detto che non possa insegnare qualcosa. Scrivo per comunicare, non esclusivamente per vendere.
 
7)     Tra i libri da te pubblicati è presente anche un fantasy, perché il passaggio al genere romance? (non è un rimprovero, io amo il romance)
E: Ho capito che non era il mio genere perché non mi divertivo mentre scrivevo. Il mio esordio è stato proprio un banco di prova per capire chi ero con una penna in mano e, quando ho riletto il tutto, non mi ha comunicato niente. Gli altri libri mi hanno fatto ridere, piangere, riflettere. È esattamente questo che volevo! Il Romance riesce a darmi cose che, con il fantasy, non sono in grado di trasmettere.
 
8)     Se dovessi scegliere genere, romance o fantasy?
E: Assolutamente romance! Sono cresciuta con storie d’amore incantevoli e, ancora adesso, mi perdo come una bambina quando trasmettono un film romantico in televisione.
 
9)     Quale dei tuoi libri ti appartiene di più, e perché?
E: In fuorigioco per te. È arrivato in finale al concorso ilmioesordio2015 e ha venduto più di quattromila copie resistendo per oltre un mese nella classifica dei libri più venduti. Mai e poi mai dimenticherò quelle meravigliose sensazioni.
 
10) Romanzo a quattro a mani, lo scriveresti, e con chi?
E: Perché no! Sicuramente sceglierei un’autrice che si avvicina al mio stile. Cecile Bertod scrive chick lit, ma anche Michela Piazza e Pamela Boiocchi. Non sarebbe male!
 
11) Un’autrice che stimi e ammiri?
E: Ammiro molto Ilenia Bernardini, autrice che stimo. Cecile Bertod mi da i brividi quando leggo qualcosa di suo e anche Argeta Brozi si è fatta valere insieme ad Antonella Maggio. Elena Russiello poi… insomma ci sono davvero tantissime autrici che meritano!
 
12) Se dovessi descrivere con un colore ogni tuo romanzo, quale useresti?
E: Per I seguaci di Ipnos, il verde, come gli occhi di Gabriel. Per “Bastardi!” il nero. Per In fuorigioco per te il rosa, mentre per Cercasi fidanzato per Natale il bianco, come il colore della neve. Per il mio ultimo libro il rosso, il colore della passione e del coraggio.
 
13) Io, lettrice, non ho mai letto niente di tuo, quale libro mi consiglieresti per iniziare?
E: Sicuramente il prossimo! È il libro al quale ho lavorato di più e nel quale ripongo le mie maggiori speranze. Ha uno stile ironico ma vuole anche insegnare qualcosa vestendo i panni di un personaggio che può benissimo essere chiunque di noi. Le mie beta reader lo hanno definito “una boccata di aria fresca che insegna qualcosa”.
 
14) Un romanzo, non tuo, che ti è rimasto nel cuore?
E: Non mi piaci ma ti amo di Cecile Bertod! Adoro la sua penna e la sua ironia.
 
15) Ti contatta una casa cinematografica per riprodurre sul maxi schermo uno dei tuoi romanzi, quale sceglieresti?
E: In Fuorigioco per te! Propongo anche Marchisio come protagonista…
 
16) Cartaceo o digitale, quale preferisci da lettrice e quale invece da autrice?
E: Adoro entrambi. Il digitale lo trovo estremamente comodo quando viaggio, il cartaceo è un po’ come l’acqua, non se ne riesce a fare a meno. Spesso i prezzi dei cartacei però sono proibitivi e questo non aiuta.
 
17) Quale genere non potresti mai scrivere, e quale invece vorresti scrivere?
E: Il genere thriller proprio non fa per me. Mi piace guardare film, leggere qualche libro sul genere, ma scrivere è tutto un altro mondo. Mi piacerebbe tentare prima o poi di scrivere un libro per bambini, magari con qualche illustrazione.
 
18) Cosa ci dobbiamo aspettare da questo tuo ultimo romanzo?
E: Tante risate e moltissima creatività! È una vera e propria scommessa per me, in tutti i sensi! Con un team abbiamo lavorato per realizzare realmente l’app del libro e Foodster, dal 12 novembre in poi, sarà qualcosa di reale, scaricabile gratuitamente su Android Store. Incrocio le dita!
 
19) Quali emozioni ti hanno accompagnato durante la stesura di questo tuo ultimo lavoro?
E: Tantissime. Sono cresciuta insieme a Jessica e, passo per passo, penso che lei sia riuscita a darmi molto di più di quello che mi aspettassi. È un personaggio incredibile e sono molto invidiosa di lei, soprattutto per il suo coraggio. Non è facile trovare la forza di cambiare per davvero.
 
20) Last question: sogni nel cassetto?
E: Un master in editoria e la possibilità di mettermi in proprio, magari con un progetto legato proprio al mondo letterario.
 
Grazie Eleonora per essere stata in nostra compagnia, e un grosso in bocca al lupo per la pubblicazione di questo tuo nuovo romanzo <3
Baci, Francesca- The library of Jane
 
Spero che la mia intervista sia stata d'aiuto a voi lettori, voglio
 lasciarvi con una frase dell'autrice che mi ha colpito molto:
 
Andate a vedere le altre tappe del blogtour
 
 
 



 

Recensione: IL GIGLIO D'ORO di Laura Facchi

 
Buon inizio weekend lettori, mi trovo oggi a scrivere forse la recensione più difficile che io abbia mai dovuto scrivere, e spero di riuscire ad esprimere al meglio ciò che provo (e ho provato durante la lettura del romanzo). Non voglio anticipare nulla... ecco la mia personalissima opinione.
 


Ho chiesto alla DeAgostini Planet questo romanzo in lettura per riuscire a tastare i miei limiti, per aprire la mente a un genere che non mi si accosta molto, quello fantasy. Così ho deciso di mettermi alla prova, non voglio precludermi nessuna lettura a priori. Ed eccomi che inizio a leggere la storia di Astrid, raccontata in modo assolutamente perfetto. Lei è una ragazza che frequenta ancora il liceo, una ragazza come tante, anche se i suoi occhi viola e la sua chioma quasi completamente bianca la rende decisamente fuori dal comune. Un padre severo e autoritario che però la ama più della sua stessa vita e una madre scomparsa quando lei era ancora piccolina. Tutto sembra procedere come sempre, quando un inconveniente la fa avvicinare al ragazzo più carino e popolare della scuola: Adam. Iniziano così a parlare, scoprendo molte cose in comune e che li accomuna sempre di più fino a spingerli nelle braccia l'uno dell'altra.

"Non sono né un'aliena, né una terrestre, sono solo una ragazza che si è innamorata per la prima volta"

Fin qui, procede tutto come in un qualsiasi romanzo romance, fino a quando Astrid non scopre le sue vere origini. Lei non è affatto nata sulla Terra, ma su un pianeta chiamato Lundea e gemellato con il globo terrestre. Ma anche su Lundea lei non è come tutti gli altri. Lei fa parte di una categoria ormai arrivata quasi all'estinzione. I giglio d'oro. Mentre lei scopre tutto questo da un giorno all'altro ecco che sul suo pianeta nativo è in corsa una guerra di tipo apocalittico che rischia di mandare all'estinzione non solo tutti i suoi abitanti, ma anche quelli presenti sulla Terra.
Kami, figlio del Gran Balif di Lundea stanco dei soprusi e della povertà cui la sua gente è caduta decide di intraprendere un'azione di forza contro il suo capo, che altro non è che suo padre.
Lui, così come Astrid, saranno messi di fronte a una scelta più grande di loro. Uccidere una persona, o lasciare che le popolazioni vengano decimate.
Fantastici, assolutamente fantastici i personaggi secondari. Adam, compagno di Astrid e decisamente un ragazzo che non si scoraggia, nemmeno di fronte alla verità, anche se in un primo momento sembra essere spaesato, alla fine l'amore per la ragazza prevale su tutto, così da fargli decidere di starle accanto. Nonostante tutto.

"Io non ti farei mai soffrire" gli dico "Devi credermi. In questo momento sei l'unica cosa bella della mia vita."
"Lo so, non lo faresti mai. Ma il Giglio d'Oro che vive dentro di te sì, lui mi farà soffrire tantissimo, ne sono certo".

Dall'altra parte c'è Creola, compagna di Kami, conosciuta durante il periodo più duro della sua vita. Lei lo ascolta, lo segue senza però perdere la sua capacità ad imporre la sua opinione quando questa è giusta. Pronta a tutto pur di salvare la sua popolazione, proprio come Kami. Pronta a sorreggere il ragazzo nei momenti di sconforto e a donarle un sorriso, anche nelle situazioni più disperate.

"Io penso che l'amore renda più forti." mormora "E' un'arma potente quando si combatte una guerra"


Intrighi e misteri si intrecciano durante tutta la trama ben delineata e ben descritta dall'autrice. Grazie al suo modo di raccontare sembra di vedere con i propri occhi sia Lundea sia i suoi abitanti. I capitoli vengono alternati tra Kami e Astrid due poli opposti, due facce della stessa medaglia. I capitoli di Astrid vengono raccontati in prima persona, quindi è molto facile immedesimarsi in lei, nei suoi progetti e nelle sue paure. La storia di Kami è raccontata da una voce narrante, come se fosse la stessa Astrid a raccontare ciò che è successo, anche se abitano su pianeti opposti.
Era tutto perfetto, un libro che non fa parte del mio genere, ma che è riuscito ad accendere la mia curiosità e girare velocemente pagina dopo pagina... Ho imparato ad apprezzare Astrid, nonostante all'inizio mi sembrava una ragazza un po' viziata e maleducata, soprattutto nei confronti del padre. Ho visto la sua trasformazione nell'arco della storia, riuscendo a comprende gli atteggiamenti che non amavo in lei.
Ho amato Kami sin dall'inizio, nonostante la giovane età si trova di fronte a scelte dure, e nonostante potrebbe prendere la via più facile, lui sceglie di intraprendere quella più difficile, ma più giusta per la sua popolazione.
Però... c'è un però.... sapevo che sarebbe arrivata la nota stonante.... un secco NO al finale. Non si può assolutamente terminare il romanzo così e spero davvero che l'autrice abbia in serbo un seguito perché non solo mi ha illusa, ma mi ha anche sedotta con la sua magnifica storia e abbandonata, proprio sul più bello!

Quattro farfalle per Il Giglio D'oro
ps: il voto è stato abbassato di una farfalla solo per il finale, avrei tranquillamente dato il massimo dei voti per come è strutturato il romanzo. Ma questo finale inatteso, davvero mi ha lasciato con l'amaro in bocca, e spero sinceramente di leggere un seguito, perché Astrid, Kami, Adam e Creola non sono ancora pronta a lasciarli andare.

Alla prossima Lettura...