domenica 29 ottobre 2017

Recensione: SAMUEL- Dora L. Anne

 
Buona domenica miei carissimi lettori, concludiamo questo week end con un romanzo che... non posso dirvi quanto ho amato.... per saperne di più non dovete far altro che leggere la mia recensione...
 

"L'amore non presta il fianco a stupide etichette"
 
Inizio la mia recensione di questo libro con il dirvi che ho letto il primo romanzo, quello in cui parla la protagonista femminile. Nonostante lo abbia adorato, devo ammettere che non riuscivo a capire fino in fondo l'evolversi della storia. Non capivo come Cassandra, una ragazza giovane, bella e con il mondo ai suoi piedi scegliesse di immergersi in una storia che la portava solo a soffrire, con un uomo più grande di lei di venti anni e con una gelosia che logorava il loro rapporto (se rapporto possiamo chiamarlo). E ad un certo punto della storia ho anche sperato che lei lasciasse Samuel per mettersi con Alec, il figlio di quest'ultimo.
 
 
Totalmente differenti sono le sensazioni che ho provato leggendo il pov maschile.
I pensieri di Samuel sono stati illuminanti, mi hanno aperto gli occhi su una parte di storia a me sconosciuta, mi hanno fatto apprezzare i lati oscuri del romanzo e anche quelli più dolci.
Samuel, nonostante abbia il doppio degli anni di Cassandra (ed è questo il problema fondamentale) riesce a comprenderla con un solo sguardo, riesce a incendiare il suo corpo, riesce a renderla felice e a farle superare il dolore di una perdita importantissima per lei. Chi non vorrebbe un uomo così, lei ha la fortuna di trovarlo, cosa importa se il giudizio delle persone intacca il buon nome dei Chase?
Non sempre però le cose vanno per il verso giusto. I pregiudizi delle persone che stanno accanto ai due protagonisti riescono a rovinare anche i momenti più belli, la gelosia di Samuel lo porterà a conclusioni affrettate, distruggendo il rapporto con Cassandra e mandando in pezzi i loro cuori.
 
"La gente non sa nulla, cosa vuoi che mi importi del loro giudizio? Del fatto che non capiscono il motivo per cui stiamo insieme? Loro vedono solo la differenza di età, io invece bado ai sentimenti. Non sanno che il cuore perde un battito ogni volta che ti vedo. Non sanno cosa provo quando mi baci, non immaginano le emozioni che vivo quando mi accarezzi. Nessuno sa niente, nemmeno tu, se ti ostini ad allontanarmi solo per stupidi pregiudizi" 
 
Non sono riuscita a trovare un solo difetto in questo romanzo, mi ha incatenato alle sue pagine come pochi romanzi riescono a farlo. La storia di Samuel e Cassandra, che in questo volume prosegue con l'aggiunta di un pezzo di storia che nel pov femminile non era presente, mi ha letteralmente conquistata. Ho amato Samuel, il suo essere così titubante all'inizio, non per scarsi sentimenti, ma per paura delle conseguenze che Cassandra avrebbe potuto vivere. Ho amato il suo modo di proteggerla, sempre, contro tutto e tutti. Ho amato il modo in cui Cassandra difende il loro rapporto anche a costo di mettersi contro la propria famiglia. E ho amato il modo in cui l'autrice riesce a descrivere i loro momenti più intimi, rendendoli mai volgari o fuori luogo, creando così un romanzo fantastico.
Non c'è altro da aggiungere, penso che questo sia il romanzo più bello che l'autrice abbia scritto.
 
Cinque farfalle e candidato come miglior lettura dell'anno
Alla prossima lettura
 
 

 
 
 
 
 

Nessun commento:

Posta un commento