martedì 17 gennaio 2017

Un Tea Letterario con... LETIZIA MUSU


Buon pomeriggio lettori,
eccoci a innagurare una nuova rubrica che vi farà compagnia tre pomeriggi a settimana. La Rubrica in questione è UN TEA LETTERARIO CON... e durante questi appuntamenti avremmo come ospiti autori e autrici che ci racconteranno di loro e dei romanzi che hanno scritto (e quelli che ancora dovranno scrivere)... 
Spero che questa nuova iniziativa del blog sia di vostro gradimento e... iniziamo subito perchè oggi come ospite avremmo LETIZIA MUSU

Francy: "Ciao Letizia, grazie innanzitutto per essere qui con noi... Come e quando nasce la tua passione per la scrittura?"

Letizia: "Nasce alle medie (parliamo degli anni '70 😀 ), quando amavo scrivere storie di fantascienza... Non chiedermi perché, è passato così tanto che non ricordo XD"

Francy: "Tranquilla 🙂 diciamo che sin da bambina hai avuto questa passione, che è legata anche alla lettura, giusto?"

Letizia: "sì, certo"

Francy: "I tuoi romanzi spaziano dal genere fantasy-storico (come I GIORNI DELL'ODIO) a commedie umoristiche (come ASPETTANDO IL PRINCIPE AZZURRO), fino a toccare l'auto-ironia (che ritroviamo nel romanzo NON METTERMI FRETTA), ma quale tra questi generi preferisci scrivere più di ogni altro?"

Letizia: "Difficile rispondere. Ero convinta che scrivere storie umoristiche fosse il mio destino. Quei lavori che hai nominato sono stato pubblicati da una piccola CE che apprezzava il mio stile. Poi nel marzo dell'anno scorso la CE ha chiuso e oltre a ripubblicare come self tutti i primi titoli, ho deciso di tentare anche con un manoscritto che avevo nel cassetto da quasi vent'anni... ed è stata una sorpresa. Finalmente qualche riscontro economico e pure di pubblico, cose che non avevo sperimentato con l'umorismo. Diciamo che per ora intendo continuare sul genere storico/fantasy, anche perché mangano due libri alla conclusione della Saga, ma avrò spazio anche per storie più leggere, infatti dopo il vol.3 di Nemici uscirà una storia che vorrei poter definire ma non riesco...diciamo un romance col cadavere 😀 Però, onestamente, il genere storico mi ha dato così tante soddisfazioni che forse attualmente 'preferisco' quello."

Francy: "woow, davvero sorprendente, lo storico, evidentemente era il tuo destino!
Leggendo le trame dei tuoi romanzi noto che c'è molto lavoro di psicologia al loro interno. Passione o studio?"

Letizia: "laurea in materie letterarie con indirizzo psico-pedagogico... tesi in psicologia sociale sull'Umorismo... mmm sì, studio e tanta passione "

Francy: "capisco in pieno.
E complimenti per la tua laurea"

Letizia: "Grazie"

Francy: "Dove trovi ispirazione per i tuoi romanzi (mi riferisco sopratutto alla saga NEMICI)?"

Letizia: "ADORO la storia. Per me è esaltante fare le ricerche (durissimo lavoro, che con l'umorismo non avevo)... Scoprire dettagli, particolari, cose poco note... Però mi piace anche l'incongruenza, fatti storici posteriori o antecedenti al periodo che racconto (che vengono sempre chiariti alla fine del romanzo). Lo storico è un genere che adoro anche come lettura, inoltre è una delle materie che insegno...  L'ispirazione arriva senza essere cercata (ho in testa altre due trame che svilupperò) Mi serve solo il tempo. quello manca sempre."

Francy: "Resto sempre più stupita, quindi sappiamo che oltre a scrivere insegni anche; come riesci a conciliare la tua vita privata con la scrittura?"

Letizia: "Non lo so! Ma non ti ho detto di due nanerottoli (9 e 11 anni). Ecco, chiedimi come ho fatto  a conciliare ecc. ecc. perché, se mi guardo indietro la risposta è davvero NON LO SO."

Francy: " immaginavo fossi anche mamma... lavoro che possiamo dire assorbe maggior parte del tempo di una donna, complimenti davvero!
La tua famiglia come vede il tuo lavoro da scrittrice?"

Letizia: "I miei figli accettano di vedermi molto al pc, anche se quando serve ci sono molto e a tutte le ore. Mi marito dice di essere orgoglioso ma ha letto solo il mio primo romanzo (Appuntamento al buio) quindi è un orgoglio sulla fiducia "

Francy: "Beh, il mio ha letto solo i primi tre capitoli del mio romanzo, quindi... bravo marito!"

Letizia: "Ma l'ha DOVUTO leggere
nel senso che lo fermavano e gli facevano domande e lui non sapeva rispondere...
e dunque per non passare per... ehm... ha dovuto.
E mi disse: È bello, ma da dove l'hai copiato?'
-.-

Francy: "Ahahahahah... scusa la mia risata... ma questi mariti ci faranno impazzire prima o poi...
Chi è la persona che più tra tutte ti ha incoraggiata a scrivere?"

Letizia: "ahahahah Sono convinta che se avessi messo qualche figura, li avrebbe letti tutti (questa era cattiva, lo so XD )
Mio padre. Lui ha creduto in me, sempre."

Francy: "Attimo catartico in cui mi sciolgo in lacrime per la tua risposta... e riprendiamo!"

Letizia: "È vivo, eh"

Francy: "si si... però io amo immensamente mio padre e mi fa tenerezza quando sento parlare di rapporto tra padre e figlia... è una cosa mia scusa... "

Letizia: "no, ti capisco perfettamente"

Francy: "Quando scrivi lo fai prima a penna o preferisci scrivere direttamente al pc?"

Letizia: "Tutto al pc. Ma se sono in giro, annoto su tutto quello che capita... oppure mi mando messaggi, cose così XD"

Francy: " sei davvero unica e molto simpatica!
Sogni nel cassetto?"

Letizia: "Vedere i miei figli crescere in salute, diventare degli uomini onesti, con un lavoro, con fidanzate/mogli che passino la mia SEVERISSIMA selezione.
No, scherzavo.
La selezione non sarà severissima. Diciamo MEDIA."

Francy: "ahahahahahahahahhaahahahaha sono morta dal ridere...."

Letizia: "😁"

Francy: "Consiglia ai nostri lettori un romanzo che hai avuto il piacere di leggere e che secondo te non può mancare nella loro libreria...?"

Letizia: "Il più bel romanzo rosa (storico, ovviamente): Il lupo e la colomba, della Woodwise; se si amano gli storici TUTTO Manfredi e poi i Classici, nessuno escluso. Dai russi ai francesi e tutti gli altri."

Francy: "E, invece un tuo romanzo che assolutamente consigli di leggere?"

Letizia: "Ho il cuore spaccato a metà... Diciamo 'I Giorni dell'Odio', ma è solo un aspetto della mia anima. Se si vuole la mia anima intera, anche 'Non mettetemi fretta'."

Francy: "Grazie per essere stata con noi e per aver risposto alle mie domande... sei stata gentilissima e simpaticissima "

Letizia: "Grazie a te!"


LA SAGA NEMICI 
è così composta

I giorni dell'odio (vol.1)

Trama: 
Inghilterra, 1450.
La rivalità tra i conti di Brygthon e i baroni di Seymore costringe le due famiglie a combattersi per secoli. Una profezia ha predetto che l'erede dei Seymore riuscirà a sconfiggere i rivali, ma quando il conte di Brygthon viene a sapere che il barone ha avuto una bambina, si illude che la fine della sua casata sia scongiurata per sempre.
Vent'anni dopo, Duncan Brygthon (erede e primogenito del conte) viene fatto prigioniero con l'inganno dagli uomini del barone.
Sullo sfondo della Guerra delle Due Rose, una storia d'odio e d'amore.





I GIORNI DELLA VENDETTA (vol. 2) 


Trama: 
Inghilterra, 1478

Dopo otto anni, Duncan Brygthon fa ritorno in patria.
Del giovane che era è rimasto ben poco. Niente onore o lealtà, ideali cavallereschi o eroici propositi, lui ha in mente una cosa sola: vendicarsi di tutti quelli che l'hanno tradito. 
Ma la terra innaffiata col desiderio di vendetta, sulla quale lui ha costruito un castello di odio, inizia presto a tremare.

Caterina Cornaro, Regina di Cipro, affida un incarico delicatissimo a sua cugina Virginia Lando: trovare e uccidere un uomo che la regina dichiara essere il responsabile della congiura di palazzo. Virginia attraversa l'Europa e giunge fino in Inghilterra, pronta a tutto pur di esaudire il desiderio di vendetta della Regina, ma quando trova finalmente l'uomo, scopre che le cose non stanno come le era stato raccontato.

















I GIORNI DELLA GIUSTIZIA (vol. 3)


...PRESTO DISPONIBILE...



Giunti al termine di questo Tea Letterario, vi ringraziamo per essere stati con noi, sperando di aver suscitato la vostra curiosità...
Alla prossima...


Nessun commento:

Posta un commento