giovedì 18 maggio 2017

Recensione: DOVE VAI TU di Benedetta Cipriano

Cover:

Buona sera lettori, eccoci a parlare di un romanzo uscito da pochissimo e che sicuramente risalta all'occhio dalla sua cover che preannuncia l'arrivo della bella stagione. Il titolo molto singolare, ma in linea con  l'immagine.... l'ho letto per voi, ma questa volta, miei cari readers, l'ho letto sopratutto per me! Questo è ciò che penso....

Ho iniziato a leggere questo romanzo l'8 Maggio, sicura di riuscire a regalare a voi e all'autrice una recensione in anteprima. Il romanzo infatti è stato pubblicato  il 13 maggio. Ero in linea con i tempi, carica e tranquilla che ce l'avrei fatta. L'8 maggio è stato un giorno che ha cambiato la mia vita, e non solo la mia, un giorno che resterà marchiato a fuoco nel cuore.... e come si può esorcizzare un dolore, se non con l'aiuto della lettura? Così dopo fiumi di lacrime, ho ripreso in mano il mio kindle, sperando che almeno lui, mio fidato compagno, mi potesse aiutare... Mi sono così tuffata nella storia di Keira, ho assorbito il suo dolore, sono stata spettatrice della sua fuga e complice del suo innamoramento. Keira è una ragazza che vuole fuggire, per non sentirsi macchiata dall'infamia del suo nome. Per ricominciare a vivere, e lo fa nascondendosi dietro travestimenti e maschere, lo fa abbandonandosi tra le braccia di sconosciuti. Fino a quando, dopo quattro anni, non incontra nuovamente lui. Dave, un giovane professore di filosofia che l'ha caricata sul suo pick up senza farle domande e l'ha portata via dalla sua gabbia dorata. Dave non ha dimenticato, in questi quattro anni, i suoi occhi tristi. E quando Keira si ripresenta alla sua porta, per un aiuto sulla sua tesi di laurea, Dave capisce di essere perso. Si è perso nell'istante esatto in cui i loro occhi si scontrano, nuovamente. Si perde quando i suoi pensieri non fanno che ricordarle Keira in tutto il suo splendore. Si perde quando stringe la sua fidanzata tra le braccia, ma la sua testa è con quella ragazza dai capelli rosa che gli ha rubato il cuore senza che lui se ne rendesse conto.
Il destino sembra remare contro questa coppia tanto assurda quanto perfetta. E quando, finalmente arriva la loro occasione di essere felici, ecco che la vita decide per loro, frapponendo tra i due un ostacolo che metterà Keira di fronte a sfide impossibili. Sarà Dave, con il suo carisma e la sua forza di volontà a risollevarla, per farla tornare a vivere, per farle accettare il passato. Sarà Dave a far germogliare il seme del perdono. 


Una storia d'amore insolita, che ti prende e ti trascina in un vortice di emozioni inattese e intense. Ho letto questo romanzo in un periodo particolare della mia vita, le riflessioni e le parole di Dave e Kieira, scaturite dalla penna di Benedetta Cipriano, mi hanno fatto sorridere, riflettere, piangere e mi hanno stregata, facendomi innamorare dei due protagonisti. Un susseguirsi di sensazioni che si sono risvegliate in me grazie al coraggio dei due personaggi. Keira è una ragazzina, ma determinata e molto più forte di quanto non crede, Dave, d'altro canto è un professore moderno, che incanta i suoi alunni con il suo savoir faire e i suoi modi eleganti. Si capisce la maturità di Keira anche grazie alle scelte che lei prende: preferisce l'uomo maturo, che ritrova in Dave, al ragazzino bello e osannato dalle sue coetanee. Preferisce rinunciare alla sua felicità, pur di non vedere negli occhi di chi ama un velo di tristezza.
Non ho trovato pecche in questo romanzo, fluido e con colpi di scena che mantengono sempre viva l'attenzione del lettore. Non ci sono cadute stilistiche, non ci sono errori e c'è quel trasporto che in un romance è davvero necessario per far immergere il lettore, estraniandosi dalla realtà. Benedetta Cipriano ci ha messo tutto questo, e ci ha messo il cuore. Si vede la sua anima tra le pagine di questa storia e non è una cosa che si ritrova in molti romanzi. 
Non bello, ma molto molto di più. E' davvero difficile trovare parole per esprimere quello che ho provato durante la lettura. Quindi, assolutamente un romanzo che consiglio. E complimenti all'autrice per la sensibilità dimostrata nel raccontare quella che io già considero una delle più belle storie d'amore!

"Farò della mia anima uno scrigno per la tua anima, del mio cuore una dimora per la tua bellezza, del mio petto un sepolcro per le tue pene. Ti amerò come le praterie amano la primavera, e vivrò in te la vita di un fiore sotto i raggi del sole. Canterò il tuo nome come la valle canta l'eco delle campane; ascolterò il linguaggio della tua anima comela spiaggia ascolta  la storia delle onde"

Cinque cuoricini per Benedetta Cipriano e il suo romanzo
Alla prossima lettura


Nessun commento:

Posta un commento