domenica 12 marzo 2017

Recensione: Quasi tenebra- la confraternita del pugnale nero di J.R. Ward

Cover:

Eccoci nuovamente a parlare della saga la confraternita del pugnale nero, questa volta alla vostra attenzione sottoponiamo il secondo romanzo della serie (potete trovare la recensione del primo cliccando QUI) la nostra Emanuela ha letto per voi e recensito QUASI TENEBRA... e questa è la sua opinione:

In Quasi Tenebra,si parla principalmente di Rhage.Viene descritto come il classico uomo supersexy,mascella squadrata,muscoloso in modo assurdo,capelli biondi e occhi azzurro-verdi,per questo i fratelli lo hanno soprannominato Hollywood. Rhage oltre a distinguersi per le sue azioni in battaglia,viene ricordato per la sua tendenza a risolvere i suoi attacchi di rabbia, facendo sesso sfrenato in ogni dove, con più donne e più volte al giorno,fino a quando incontra la delicata e ammalata Mary Luce che lo stravolgerà.


"SONO UN VAMPIRO.SONO UN GUERRIERO. SONO UNA BESTIA PERICOLOSA. ALLA FINE DI QUESTA SERATA SCORDERAI DI AVERMI MAI INCONTRATO.E IL PENSIERO CHE NON SARÒ NEMMENO PIÙ UN RICORDO NELLA TUA MENTE MI FA SENTIRE COME SE MI AVESSERO PUGNALATO IN PIENO PETTO."


Mary Luce è una donna normale di trent'anni che ha alle spalle una vita difficile e un futuro non proprio roseo,a causa di un tumore combattuto ma che ritorna più prepotente. Nonostante questo aiuta le persone disagiate a diventare più forti e a combattere i problemi, lavorando come volontaria per telefono amico,grazie al quale conoscerà anche John Matthew un giovane vampiro muto che non sa di esserlo.
Quando Mary capisce che Rhage (che all'inizio si presenta con il nome di Hall),cerca di avere un'avventura con lei,abbandona le iniziali titubanze per poi buttarsi a capofitto in quella storia, che in breve cambierà la vita di entrambi. Si perché poco dopo Mary si trasferisce nella casa della confraternita, dove impara a conoscere i guerrieri e a non tenerli.



Quello che vuole Mary è passare ogni giorno che le rimane da vivere con il suo uomo,sempre più sconvolto del potere che quella fragile donna ha su di lui..L'unica che riesce a calmare la bestia pericolosa e dannata che è in lui.
Questo libro è molto più romantico del primo,le battaglie ci sono ma la storia di Rhage e Mary Luce predomina, soprattutto per il fatto che i due protagonisti sono disposti a combattere le ferree regole dei vampiri pur di stare insieme.
In alcuni punti è molto commovente,in altri troppo erotico e quasi comico,per come l'autrice descrive ed esalta le doti sessuali e insaziabili di Rhage.
La cosa che più mi è piaciuta è come vengono ben rappresentati i personaggi secondari,come la crudeltà di Mr O e la simpaticissima coppia di amici Vishous e Butch.Come ho detto prima ci sono molte meno scene d'azione rispetto al primo capitolo, però la scrittrice ha lavorato sul piano psicologico ed emotivo di ogni personaggio, soprattutto quando parla della malattia di Mary,o quando descrive il lato oscuro del nemico,ti fa sentire più coinvolto.Sul finale sono quasi andata in shock, ma mi sono ripresa subito purtroppo, mi ha deluso perché troppo veloce e semplice. 

Quattro cuoricini per Quasi tenebra


Alla prossima lettura, 

Nessun commento:

Posta un commento