martedì 7 marzo 2017

Recensione: Matched-la scelta di Allie Condie

Cover: 

Ciao a tutti, carissimi lettori.. in questi giorni il blog si popola di collaboratrici, in gamba e con la passione per la lettura... oggi vi presento ufficialmente Claudia Lucioli: nuova recensitrice del blog che ha letto per voi un fantasy distopico... stiamo parlando di Matched di Allie Condie... e questa è la sua opinione...

Salve a tutti, il mio nome è Claudia e  per questa mia prima recensione ho pensato di portarvi a conoscenza di un libro poco sentito in Italia che però è tra le letture che ho preferito in assoluto!

Si tratta di “Matched: la scelta” il primo di una trilogia distopica pubblicata nel 2012 dalla Fazi Editori che attualmente vanta di essere stata interamente conclusa.
Il prezzo del libro è piuttosto alto per le relative poche pagine che contiene(320 circa) ma personalmente ritengo che i 18,90€ di listino siano una delle migliori spese libresche mai fatte!
Spero quindi in questa mia piccola descrizione di riuscirvi a tramettere tutta l’amore che nutro per questo primo libro, e perché no, invogliarvi a comprarlo per poi poterne parlare e discutere assieme!
Detto questo buona lettura e buona giornata!
Dopo innumerevoli guerre mondiali, una parte della popolazione mondiale   decise che per salvarsi sarebbe stato necessario creare una nuova organizzazione, un’organizzazione che non solo si sarebbe occupata di gestire le normali e consuete mansioni statali ma che sarebbe andata ben oltre.
La Società infatti, si sarebbe dovuta basare su colonne solide e sicure, e un uomo può’ essere mai così perfetto?
Come ci mostra la società di Matched la perfezione sta nei numeri e  se l’uomo non lo è, allora la Società si sarebbe presa la cura di trasformarlo in tale.
Nel mondo di Matched non è permesso fare scelte, la Società amministra ogni Più piccola sfaccettatura dei nostri personaggi.
Osserva i sogni, gestisce la quantità di cibo, obbliga ogni individuo a vestirsi completamente uguale ogni giorno, non permette alcuna forma ricreativa se non quelle previste dal codice, cancella qualsiasi frivola forma di oggetto personale, decide quando deve arrivare la fine di una vita, cancella qualsiasi frammento di ricordo, e sopratutto la Società sceglie il tuo compagno.
Al sedicesimo anno di età infatti, ogni giovane ragazzo e ragazza è tenuto a presentarsi all’evento più importante della vita: L’abbinamento.
Proprio grazie a questo evento  infatti che ci viene presentata Cassia.
Cassia è la nostra protagonista, una sedicenne diversa dai soliti canoni di protagoniste di libri young adult.
Non è affatto una ragazza indifesa e timida, sottomessa a qualsiasi tipo di comando, Cassia è la ragazza in cui tutte  noi vorremo rivederci.
La sua bellezza è relativamente importante nella sua persona, perché Cassia ha un'intelligenza che va oltre i normali canoni,una forza che non può essere franata da nessun dolore e una voglia di sapere che non la lascerà mai.
La sua capacità di giudizio e la sua acuta osservazione però, la porteranno a scontrarsi con qualcosa che va oltre a tutto quello che è sempre abituata, poiché s e scavalcare una recinzione appaga la nostra curiosità, ciò che si trova dietro potrebbe essere ancora più spaventoso di quello che abbiamo davanti.
La vera e propria storia di Matched però, si apre proprio per il giorno del suo abbinamento, Cassia infatti viene assegnata a Xavier, l’amico di una vita, ma poco prima però che il suo volto possa comparire sul grande schermo della sala, tutto si oscura.
Il mistero e la paura di non essere conforme alla società la porteranno giorno dopo giorno a dubitare  e ricredersi sempre di più sul suo mondo perfetto e conforme finché non conosce Ky, o meglio, finché non scopre che il vero volto che sarebbe dovuto apparire sul suo schermo è proprio quello del ragazzo.
Imprudentemente infatti, la società sembra averla assegnata alla persona sbagliata, una persona che però Cassia conosce molto bene.
Ky infatti non è una persona normale, Ky è un reietto, figlio di genitori rivoluzionari uccisi per la loro anticonformità fu costretto a trasferirsi dagli zii in gran segreto, e proprio per questo è costretto a vivere come tale:
Ky non potrà mai sposarsi ne svolgere un lavoro degno della sua intelligenza, ne tanto meno vivere e sognare come una persona normale.
Eppure Ky nasconde un mondo dentro, un mondo in cui Cassia si getterà assetata e bramosa della verità, addentrandosi sempre di più nella maestosa e terrificante amministrazione della società.
E tra controlli, lavoro, obblighi, inflazioni,amori e scelte i nostri protagonisti si troveranno costretti non solo a remare contro vento, ma a cercare di creare una corrente inversa che salvi  il loro amore e tutta la vita che la società controlla e distrugge,annienta e manomette, per il potere.


Credetemi quando vi dico che si tratta di un bel libro!
Ally Condie ha una capacità descrittiva tale da non farti mai staccare dal libro se  non per riimmergerti con ancora più intensità.
Per quanto mi riguarda ritengo la scrittura molto semplice e adatta a qualsiasi tipo di età.
Per quanto possa sembrare il tema dell’amore influente e fondamentale in realtà è piuttosto relativo, Ky infatti è la goccia che fa traboccare il vaso, ma che per quanto minuscola smuove ogni carta.
Il libro è del tutto imprevedibile e affatto noioso, ve lo consiglio di cuore perché cela tanto dentro e a parer mio, come una poesia, ognuno di noi potrebbe ricavarne tante interpretazione che si moltiplicano e si sfaccettano sempre di più ad ogni rilettura.
Spero di cuore di avervi appassionato alla trama, se avete qualche domanda o volete qualche chiarimento o informazione scrivetemi pure, sarei molto felice di rispondervi e poter risolvere qualsiasi vostro dubbio!
Buona giornata!
Alla prossima lettura...


1 commento:

  1. Il mio libro preferito in assoluto <3
    Ky è un amore e amo la scrittura della Condie

    RispondiElimina